Skip to content

Toxoplasmosi in gravidanza

pregnant

(da esperienza personale. E’ bene consultare sempre il proprio ginecologo)

La toxoplasmosi di per se non è una malattia infettiva grave ma se contratta in gravidanza può causare seri problemi al feto. Nella maggior parte dei casi peró se l infezione raggiune la placenta può causare aborto spontaneo ma è anche vero che le probabilità che ciò avvenga nei primi mesi è pressoché rara perché all’inizio il bambino è protetto dalla membrana  più spessa. È importante assumere subito la Rovamicina  (circa 3 compresse al di ) che ridurrà il rischio e sottoporsi a controlli.

L’ Ospedale di PARMA non è preparato a gestire una gravidanza a rischio di questo tipo pertanto è consigliabile prendere contatti con l ospedale di PAVIA o BOLOGNA.

L Ospedale S. Orsola Malpighi di Bologna effettuerà un prelievo per valutare lo stato di gravità e di conseguenza le terapie da seguire.

Nel caso si scelga per interrompere la gravidanza ciò può avvenire per scelta propria entro la 12 esima settimana o , se ci sono riscontri clinici entro ma 25 esima con aborto terapeutico. È opportuno pertanto valutare il da farsi il prima possibile.

Qual’ora si scelga di proseguire oltre la 12 esima settimana verrà effettuata l’amniocentesi alla 18 esima settima e l’ecografia morfologia entro la 20 esima settimana.

Il primo esame valuterà se l’infezione è arrivata al feto (non ricercherà altre patologie come la sindrome di down) e se quindi bisognerà cambiare terapia fino al termine della gravidanza. Nel secondo esame è possibile vedere eventuali malformazioni (ma non tutte sono diagnosticabili).

Nel caso si prosegua fino al termine il bambino dovrà seguire controlli neotali (sangue, eco celebrale, fundus oculi, e altri).

 

Contatti

Ospedale S. Orsola Malpighi di Bologna:

051/2143217 – ambpren@aosp.bo.it – ambpren2@aosp.bo.it

Manovre SalvaVita Pediatriche

immagine_centrale_pagina_diventa_volontario

Ho partecipato alla lezione informativa e gratuita della durata di 1 ora presso la CRI di San Secondo P.se.  Al seguente link potete trovare infarinatura delle nozioni, ovvero una presentazione da scaricare: cri – manovre di disostruzione in età pediatrica.

E’ possibile inoltre consultare il calendario dei corsi per diventare esecutori attivi della durata di 3 ore al costo di 10€. Vi allego, per es. il calendario di FIDENZA (pr), ma non è l’unica città o paese interessata.

Screenshot_2016-02-18-17-57-03-1

 

TRENTA consigli per genitori frettolosi

585285561

 

Il corso prematrimoniale è giunto ormai al 5° appuntamento e Don. Filippo ha consegnato alle future coppie di sposi un elenco di utili consigli che mi piacerebbe condividere:

  1. I prmi anno di vita sono importanti: è in questo periodo che si posano le strutture fondamentali della persona.
  2. I bambini sono persone con carattere, temperamento, bisogni, desideri, cambiamenti di umore proprio come voi. Lasciate che anche i vostri figli qualche volta vadano in escandescenza.
  3. I bambini imitano quello che fate voi. Non faranno mai quello che ordinate. Soprattutto non fate prediche. I bambini imparano solo quello che vivono.
  4. I due genitori devono avere la stessa idea di educazione. Questo non significa che devono fare le stesse cose o apparire un muro di cemento armato.
  5. Non entrate in conflitto con i vostri figli. Ogni volta che entrate in conflitto con i vostri figli voi avrete già perso.
  6. Siate pazienti. Anche con voi stessi. Nessuno ha mai detto che sia facile essere un genitore.
  7. I genitori non sono i soli educatori: c’è anche la società in cui i figli sono immersi.
  8. Dite “NO”. In questo modo i vostri figli sapranno che li proteggete anche dai loro errori.
  9. Riservate del tempo per ridere insieme e divertitevi insieme. Viveti i vostri valori nella gioia. Se fate la morake tutto il giorno ai vostri figli verrà voglia di scappare.
  10. Scambiatevi dei ragali
  11. Imparate a relativizzare i problemi, ma risolverli.
  12. Accogliete a casa gli amici dei vostri figli.
  13. L’incoraggiamento è l’aspetto più imporatnte nella pratica di educazione del bambino. E tanto importante che la mancanza di esso si può considerare quale causa fondamentale di certe anomalie del comportamento. Un bambino che si comporta male è un bambino scoraggiato.
  14. Consentite ai vostri figli di non avere il vostro parere. e soprattutto ascoltateli veramente. Fa parte del nostro pregiudizio comune sui bambini pretendere di capire quello che vogliono dire senza in realtà ascoltarli.
  15. Sottolineate i lati positivi dei vostri figli. I bambini non ne sono sempre coscienti. I complimenti piacciono a tutti, anche ai vostri figli.
  16. Consentite loro di prendere parte alle decisioni della famiglia. Spiegate bene i motivi delle vostre scelte. Rispondete ai loro “perchè”.
  17. Mantenete la parola. Siate coerenti. Attenetevi alle decisioni prese. Non promettete o minacciate a vanvera.
  18. Riconoscete i vostri errori e scusatevi. A bbiate il coraggio di essere imperfetti e consentite ai vostri figli di esserlo.
  19. Giocate con i vostri figli.
  20. Quando dovete fare un “discorso serio” con i vostri figli, aspettate che siano in posizione orizzontale. Non fatelo mai quando sono in posizione verticale.
  21. Ricordate che ogni bambino è unico. Non esiste l’educazione al plurale.
  22. Alcuni verbi non hanno l’imperativo. Non potete dire “studia!”, “metti in ordine!”, “prega!” e sperare che funzioni.
  23. Spiegate ai vostri figliche cosa provate. Raccontate come eravate voi alla loro età.
  24. Aiutateli ad essere forti e a riprendersi quando le cose vanno male.
  25. Raccogliete la sfida della TV. La televione non è tanto pericolosa per quelloo che fa quanto per quello che non fa fare.
  26. Non siate iperprotettivi. Cercate le occaioni giuste per tirarvi indietro e consentite ai vostri figli di mettere alla prova la loro forza e le loro capacità.
  27. Un bambino umiliato non impara nulla. Eliminate la critica e minimizzate gli errori. Sottolinaendo costantemente gli errori, noi scoraggiamo i nostri figli, mentre dobbiamo ricordarci che non possiamo costruire sulla debolezza, ma soltanto sulla forza.
  28. Non giudicate gli altri genitori dai loro figli e non mettetevi in competizione per i figli con parenti e amici.
  29. Date loro il gusto della lettura
  30. Raccontate loro la storia di Gesù. Tocca a voi

Mamma rallenta! Il tempo della cura

Mamme rallentiamo

“…non resterò piccolo a lungo”

n-PARENTS-large570

“Rallenta mamma, ora non serve pulire. Rallennta mamma, fatti una tazza di tea. Rallenta mamma, vieni a trascorrere del tempo con me. Rallenta mamma, mettiti gli stivali per uscire, la giacca di pile per una passeggiata e sorridi, chiacchera. Rallenta mamma, sei sempre molto nervosa, fammi sedere sulle tue ginocchia e stai un po’ con me. Rallenta mamma, è divertente fare una torta. Rallenta mamma, conosco bene il tuo lavoro, ma qualche volta è bello se ti fermi. Siediti con me mamma, ascolta le mie giornate, trascorri dolci momenti con me. Non resterò piccolo a lungo“.

Dedicato a tutte le mamme che pensano di non fare abbastanza.

Ricordate care mamme che la cura è il modo in cui si abita il mondo. In tutto ciò che fate potete esercitare una sorta di cura nei confronti dei vostri piccoli, non…

View original post 217 altre parole

Family line – Numero verde per la famiglia.

FB_IMG_1454937679528

FB_IMG_1454937679528

 

Capire quali siano i diritti come genitore/lavoratore (dai bonus ai permessi, dai voucher alle esenzioni fiscali..) è impossibile?

Familyline, un numero verde (800 254009), attivo dal lunedì al venerdì, facilita i rapporti tra il cittadino e la P.A., avvalendosi della specifica esperienza di FormezPA, senza sostituirsi ai centri di contatto delle varie amministrazioni.

Sul sito, familyline.politichefamiglia.it, un vasto repertorio di domande e risposte.