Skip to content

Manovre SalvaVita Pediatriche

immagine_centrale_pagina_diventa_volontario

Ho partecipato alla lezione informativa e gratuita della durata di 1 ora presso la CRI di San Secondo P.se.  Al seguente link potete trovare infarinatura delle nozioni, ovvero una presentazione da scaricare: cri – manovre di disostruzione in età pediatrica.

E’ possibile inoltre consultare il calendario dei corsi per diventare esecutori attivi della durata di 3 ore al costo di 10€. Vi allego, per es. il calendario di FIDENZA (pr), ma non è l’unica città o paese interessata.

Screenshot_2016-02-18-17-57-03-1

 

TRENTA consigli per genitori frettolosi

585285561

 

Il corso prematrimoniale è giunto ormai al 5° appuntamento e Don. Filippo ha consegnato alle future coppie di sposi un elenco di utili consigli che mi piacerebbe condividere:

  1. I prmi anno di vita sono importanti: è in questo periodo che si posano le strutture fondamentali della persona.
  2. I bambini sono persone con carattere, temperamento, bisogni, desideri, cambiamenti di umore proprio come voi. Lasciate che anche i vostri figli qualche volta vadano in escandescenza.
  3. I bambini imitano quello che fate voi. Non faranno mai quello che ordinate. Soprattutto non fate prediche. I bambini imparano solo quello che vivono.
  4. I due genitori devono avere la stessa idea di educazione. Questo non significa che devono fare le stesse cose o apparire un muro di cemento armato.
  5. Non entrate in conflitto con i vostri figli. Ogni volta che entrate in conflitto con i vostri figli voi avrete già perso.
  6. Siate pazienti. Anche con voi stessi. Nessuno ha mai detto che sia facile essere un genitore.
  7. I genitori non sono i soli educatori: c’è anche la società in cui i figli sono immersi.
  8. Dite “NO”. In questo modo i vostri figli sapranno che li proteggete anche dai loro errori.
  9. Riservate del tempo per ridere insieme e divertitevi insieme. Viveti i vostri valori nella gioia. Se fate la morake tutto il giorno ai vostri figli verrà voglia di scappare.
  10. Scambiatevi dei ragali
  11. Imparate a relativizzare i problemi, ma risolverli.
  12. Accogliete a casa gli amici dei vostri figli.
  13. L’incoraggiamento è l’aspetto più imporatnte nella pratica di educazione del bambino. E tanto importante che la mancanza di esso si può considerare quale causa fondamentale di certe anomalie del comportamento. Un bambino che si comporta male è un bambino scoraggiato.
  14. Consentite ai vostri figli di non avere il vostro parere. e soprattutto ascoltateli veramente. Fa parte del nostro pregiudizio comune sui bambini pretendere di capire quello che vogliono dire senza in realtà ascoltarli.
  15. Sottolineate i lati positivi dei vostri figli. I bambini non ne sono sempre coscienti. I complimenti piacciono a tutti, anche ai vostri figli.
  16. Consentite loro di prendere parte alle decisioni della famiglia. Spiegate bene i motivi delle vostre scelte. Rispondete ai loro “perchè”.
  17. Mantenete la parola. Siate coerenti. Attenetevi alle decisioni prese. Non promettete o minacciate a vanvera.
  18. Riconoscete i vostri errori e scusatevi. A bbiate il coraggio di essere imperfetti e consentite ai vostri figli di esserlo.
  19. Giocate con i vostri figli.
  20. Quando dovete fare un “discorso serio” con i vostri figli, aspettate che siano in posizione orizzontale. Non fatelo mai quando sono in posizione verticale.
  21. Ricordate che ogni bambino è unico. Non esiste l’educazione al plurale.
  22. Alcuni verbi non hanno l’imperativo. Non potete dire “studia!”, “metti in ordine!”, “prega!” e sperare che funzioni.
  23. Spiegate ai vostri figliche cosa provate. Raccontate come eravate voi alla loro età.
  24. Aiutateli ad essere forti e a riprendersi quando le cose vanno male.
  25. Raccogliete la sfida della TV. La televione non è tanto pericolosa per quelloo che fa quanto per quello che non fa fare.
  26. Non siate iperprotettivi. Cercate le occaioni giuste per tirarvi indietro e consentite ai vostri figli di mettere alla prova la loro forza e le loro capacità.
  27. Un bambino umiliato non impara nulla. Eliminate la critica e minimizzate gli errori. Sottolinaendo costantemente gli errori, noi scoraggiamo i nostri figli, mentre dobbiamo ricordarci che non possiamo costruire sulla debolezza, ma soltanto sulla forza.
  28. Non giudicate gli altri genitori dai loro figli e non mettetevi in competizione per i figli con parenti e amici.
  29. Date loro il gusto della lettura
  30. Raccontate loro la storia di Gesù. Tocca a voi

Mamma rallenta! Il tempo della cura

Mamme rallentiamo

“…non resterò piccolo a lungo”

n-PARENTS-large570

“Rallenta mamma, ora non serve pulire. Rallennta mamma, fatti una tazza di tea. Rallenta mamma, vieni a trascorrere del tempo con me. Rallenta mamma, mettiti gli stivali per uscire, la giacca di pile per una passeggiata e sorridi, chiacchera. Rallenta mamma, sei sempre molto nervosa, fammi sedere sulle tue ginocchia e stai un po’ con me. Rallenta mamma, è divertente fare una torta. Rallenta mamma, conosco bene il tuo lavoro, ma qualche volta è bello se ti fermi. Siediti con me mamma, ascolta le mie giornate, trascorri dolci momenti con me. Non resterò piccolo a lungo“.

Dedicato a tutte le mamme che pensano di non fare abbastanza.

Ricordate care mamme che la cura è il modo in cui si abita il mondo. In tutto ciò che fate potete esercitare una sorta di cura nei confronti dei vostri piccoli, non…

View original post 217 altre parole

Family line – Numero verde per la famiglia.

FB_IMG_1454937679528

FB_IMG_1454937679528

 

Capire quali siano i diritti come genitore/lavoratore (dai bonus ai permessi, dai voucher alle esenzioni fiscali..) è impossibile?

Familyline, un numero verde (800 254009), attivo dal lunedì al venerdì, facilita i rapporti tra il cittadino e la P.A., avvalendosi della specifica esperienza di FormezPA, senza sostituirsi ai centri di contatto delle varie amministrazioni.

Sul sito, familyline.politichefamiglia.it, un vasto repertorio di domande e risposte.

Gli stereotipi che condizionano uomini e donne

10588691_10204495337372985_1378101683_n

 

10588691_10204495337372985_1378101683_n

ho letto un articolo che mi ha fatto riflettere sul n. 2 / feb. 2016 di “io e il mio bambino” e ne prendo spunto sul paragrafo iniziale.

I maschi, cita, secondo gli stereotipi , sono forti e dinamici e gli attende una vita da “conquistatori” sul piano sentimentale. Verrá condizionato a non piangere per mostrarsi forte.

le femmine sono dolci, romantiche, attenderanno il principe azzurro, una famiglia tutta loro. le verrá insegnato a giocare senza sporcarsi perché deve mantenere una certa eleganza.

Che cosa dovrebbero fare mamma e papá per evitare questo tipo di pressione?

bisognerebbe nutrire l’ AUTOSTIMA dei propri figli, educandoli al rispetto di se stessi e degli altri aiutandoli a sviluppare la propria Personalità guidandoli a riconoscere i propri interessi e passioni ben al di lá dei condizionamenti di genere (maschio o femmina).

la nostra societá tende a sessulizzare i bambini creando desideri ad hoc per preconcetti: videogiochi per maschi, make-up e bambole per bambine.

Bisognerebbe non decidere sempre per loro ma dargli modo di esprimere le proprie preferenze.

questo vale anche per lo sport. Noi genitori dobbiamo formulare proposte prestando attenzione alla risposta del figlio.

Purtroppo mi trovo in disaccordo con mio marito che ritiene che “questo” non sia da maschio e a mia volta mio padre riteneva che “quello” non era adatto ad una femmina.

credo che tagliare i desideri di un bambino quale individuo non impedirá esso di essere quello che è.

 

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 262 follower